Ravioli cinesi con ripieno di gamberi al vapore

Tempo di preparazione
50 min
Tempo di cottura
25 min
Difficolta'
Media
Porzioni
4 persone
Portata
Antipasti
Ricetta di
Pubblicata il
200.00 millilitri
vino bianco
400.00 millilitri
Acqua calda
15.00 gr
amido di mais
10.00 millilitri
Olio di girasole
200.00 gr
Misto di pesce
250.00 gr
Code di gambero
20.00 gr
cipollotto
15.00 gr
Zenzero (fresco o in polvere)
50.00 gr
Carote
70.00 millilitri
Acqua
200.00 gr
farina 00
Ravioli cinesi con ripieno di gamberi al vapore

I ravioli cinesi costituiscono un primo piatto gustoso e raffinato con cui stupire i vostri ospiti. E’ una ricetta che riuscirà a soddisfare anche i palati più esigenti.

Ravioli cinesi: un po’ di storia..

Esistono molte leggende circa la nascita dei ravioli in Cina. Si narra che l’imperatore Zhang Zhongjing volle offrire dei medicinali per le persone affette dai geloni alle orecchie. Il rimedio offerto era composto da carne di pecora, peperoni e spezie, inseriti all’interno di una pasta leggera. Zhang offrì questa ricetta insieme ad una scodella di zuppa, e notò un miglioramento dei geloni della popolazione. Da allora la popolazione cinese decise di festeggiare questo evento con dei ravioli a forma di orecchie.

Il nome dei ravioli cinesi si è evoluto nel tempo: “Tiao” vuol dire corno e si riferisce alla loro forma a mezzaluna, “Bianshi” riguarda la forma appiattita, “Jiaozi” è un termine arrivato solo in seguito. In Cina sta ad indicare il periodo che va tra le 23 e le 24 dell’ultimo giorno dell’anno. Si narra infatti che mangiare ravioli a cavallo del nuovo anno sia simbolo di fortuna.

Come preparare i ravioli cinesi

Preparare l’impasto dei ravioli è facile: ci voglion solo farina ed acqua. E’ possibile usare la farina che più si preferisce: classica 00, farina di riso per celiaci, o farina di tapioca per chi vuole provare qualcosa di alternativo.

Possiamo poi variare anche il ripieno in base ai gusti: noi abbiam proposto dei ravioli di gamberi, ma voi potete prepararli con la carne, anche magra, o con le verdure!

Cucineremo poi i ravioli, come da ricetta originale, al vapore. La cucina a vapore permette alle sostanze preziose presenti negli alimenti, come vitamine e sali minerali, di non essere disperse nell’acqua di cottura. Otteniamo così cibi intatti dal punto di vista nutrizionale e dal sapore più ricco. Per cucinare i nostri ravioli cinesi possiamo avvalerci dell’ausilio di una vaporiera classica o del cestello di bambù. Basterà appoggiarlo su di una pentola con acqua bollente per cuocere piatti squisiti!

  1. Preparare l'impasto con la farina e l'acqua, aggiungere l'acqua poco alla volta, come se si stesse preparando l'impasto per la pizza. La consistenza non deve risultare troppo liquida altrimenti non è possibile poi stenderlo finemente. Una volta completato l'impasto mettere da parte nella pellicola trasparente.
  2. Inserire gli ingredienti per il ripieno, a crudo, in un frullatore potente. Amalgamare bene il ripieno con un cucchiaio e mettere da parte.
  3. Tendere l'impasto precedentemente messo a riposare, l'impasto deve avere uno spessore di massimo 3/4 mm. Ritagliare con un bicchiere o un coppa pasta dei cerchi di circa 8/10 cm di diametro.
  4. prendere un tondo di impasto nell'incavo delle dita (come se si facesse un OK con le dita). la parte centrale del cerchio deve stare nel vuoto tra pollice e indice. Riempire con il ripieno ogni raviolo, ripiegarei bordi senza chiudere il raviolo e posizionare sulla vaporiera.
  5. Il liquido della vaporiera dovrà contenere acqua e vino, portare a ebollizione e cuocere per circa 20 minuti.

Nessuno ha ancora commento, scrivi per primo qualcosa!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*