Mandilli Genovesi light

No votes yet.
Please wait...
Tempo di preparazione
90 min
Tempo di cottura
3 min
Difficoltà:
Media
Porzioni
5 porzione
Portata
Primi Piatti
Pubblicata da
Pubblicata il
sale
4 pizzico
acqua tiepida
320 millilitri
farina di semola
250 gr
Farina di castagne
250 gr
Mandilli Genovesi light

Ecco un modo alternativo per utilizzare la farina di castagne e scoprire una ricetta tradizionale Genovese: i “Mandilli di castagne”! Una pasta fresca fatta con farina di castagne, senza uova.

Mandilli genovesi: conoscete questa pasta fresca?

Mandillo in italiano significa fazzoletto. I mandilli de saea sono i fazzoletti di seta, e sono un tipico piatto genovese. Essi sono delle lasagnette di pasta all’uovo, larghe e sottili. La loro forma ricorda appunto i fazzoletti di seta che si usavano un tempo. Il loro nome deriva dall’arabo-genovese, dovuto ai contatti intrattenuti dal porto di Genova con l’Oriente. Oggi ovviamente non troverete questo nome nei menù dei ristoranti, sia perché si parla più facilmente di lasagne, sia perché è un piatto della tradizione che va scomparendo. E’ facile invece trovare le lasagne genovesi, che si ritiene siano le classiche con pesto e besciamella. Ma queste, in realtà, sono semplicemente una rivisitazione della lasagna classica emiliana. Al contrario, la vera lasagna genovese è data appunto dai cosiddetti Mandilli.

Ingredienti per la nostra pasta fresca: la farina di castagne

Per preparare la pasta fresca, in questo caso i mandilli, potete usare la farina che preferite ovviamente. Noi abbiamo usato la farina di castagne.

La farina di castagne ha un apporto calorico di 343 kcal per 100 grammi di prodotto. La stessa quantità contiene carboidrati ed amidi per 76 gr, proteine per 6 gr, e grassi per 3,5 gr. La restante parte è costituita da acqua. Questa farina contiene circa il 14-15% di fibre, è consigliata quindi per favorire il buon transito intestinale. E’ inoltre una fonte valida di sali minerali (magnesio, zolfo, potassio, ferro e calcio) e di vitamine (B1, B2, e vitamina C).

Dove posso acquistare la farina di castagne?

Beh, sicuramente non è facilissima da trovare in giro, ma nulla è impossibile. E’ più facile trovarla nei grandi ipermercati, nei negozi bio, e sicuramente su internet. Eccone un esempio.

Fior di Loto Farina di Castagne - 375 gr
  • Riso, cereali, legumi, fiocchi, semi e derivati
  • Farine
  • Castagne
  1. Setacciare le farine, formate una fontana, fare un buco al centro e mettervi il sale, cominciare ad impastare aggiungendo acqua q.b
  2. Continuare ad impastare, aggiungendo acqua, fino ad ottenere una palla liscia, morbida ed elastica
  3. Lasciar riposare coperta per 15 minuti
  4. Tirare la pasta col matterello o con la macchinetta, dare la forma desiderata, in questo caso io ho fatto dei quadrati che ho arrotolato su se stessi. Se fate come me tirare la pasta abbastanza sottile se volete altre forme potete anche lasciarla un po' più spessa
  5. Dopo aver creato la pasta disporla su un piatto o cabaret infarinato di semola in modo che la pasta non si incolli
  6. Cuocere in acqua bollente per circa 3/4 minuti. La cottura dipende dallo spessore della pasta, nel mio caso quando viene a galla vuol dire che è pronta. Se utilizzate altre forme 3 minuti saranno sufficienti
  7. Condire a piacere. Il condimento tipico è con lo stracchino o con il pesto

Ancora nessun commento? Scrivi qualcosa per primo!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*