La dieta del giorno libero: aiuta la tua volontà

dieta giorno libero

Hai cercato più volte di metterti a dieta e non ci sei riuscito. Ogni volta pensi di fallire. Ricominci sempre promettendo di non “sgarrare”, parti mangiando pochissimo e finisci per sgarrare alla grande. E’ così? Ti ci rivedi? Allora la dieta del giorno libero è la dieta giusta per te!

Dieta del giorno libero: a cosa serve?

Abbiamo già parlato di altri tipi di diete, come la Dieta Dash per combattere l’ipertensione, o la Reverse Diet per combattere lo stallo del peso. Oggi vi illustriamo un’alimentazione diversa.

La dieta del giorno libero è una tipologia di alimentazione molto libera, che permette di raggiungere due importanti obiettivi: aumentare la volontà ed attivare il metabolismo!

In questo modo, creerai una base perfetta su cui lavorare in seguito con alimentazioni più specifiche ed adatte a te. Nel frattempo però, la tua volontà si sarà rafforzata, sarai capace di seguire una dieta dall’inizio alla fine. Finalmente il tuo corpo, e soprattutto la tua mente, smetteranno di associare dieta = punizione!

Non meno importante è l’attivazione del metabolismo, il principale responsabile dei nostri svariati aumenti di peso.

prova2

Vediamo quindi come iniziare a prenderci cura di noi! Perchè, ricorda, curare l’alimentazione vuol dire curare se stessi!

Le regole da seguire nella dieta del giorno libero

Queste dieta si basa sulla regola del 60/10. Sei giorni su sette prevedono scelte e proposte più sane, mentre un giorno alla settimana puoi concederti qualche sfizio. Ovviamente, tutto con moderazione!

Inserendo un giorno libero, rinforzeremo positivamente il nostro atteggiamento e gli sforzi compiuti.

Solo 3 regole per ottenere risultati!

  • Scegli un giorno speciale. Decidi un giorno in cui premiarti, sarà il tuo giorno di “riposo” dalla dieta ipocalorica. Spesso si sceglie un giorno in cui si ha un impegno, come una cena con amici o in famiglia.
  • Mangia lentamente e ripeti mentalmente ciò che mangi. Nel giorno di riposo in particolar modo, goditi il momento ed assapora ciò che stai mangiando. In questo modo prenderai coscienza del fatto che stai assumendo qualcosa di calorico e che non puoi farlo tutti i giorni. Ti godrai così al meglio questo momento.
  • Non avere sensi di colpa. Il giorno libero non deve vanificare il lavoro dei restanti sei giorni, ma allo stesso tempo non devi avere rimorsi per ciò che mangi. A maggior ragione, la tua volontà dovrà essere più forte nei giorni successivi, comportandoti “bene” a tavola.

E tu che giorno hai scelto come giorno libero? E cosa preferisci mangiare?
Scrivicelo nei commenti di questo articolo!!

 

Rating: 3.7. From 3 votes.
Please wait...
Categories: Alimentazione

One comment

  1. Sabry said on maggio 28, 2017 Rispondi

    Due anni fa ho fatto una dieta proteica che aveva un giorno libero a settimana. A parte il fatto che fosse troppo proteica e questo è l’unico punto per cui l’ho abbandonata, il fatto di avere un giorno libero è stato davvero un tocca sana.
    Le prime volte mangiavo troppo e troppi carboidrati, poi ho iniziato a stare a regime anche il giorno libero, concedendomi un gelato o la colazione in pasticceria, o qualche cosa che gli altri giorni era vietato, ma gli “stravizi” erano pochi. Il giorno libero, in più mi permetteva di partecipare a cene o pranzi senza dover dire a tutti che ero a dieta
    Io la farei sicuramente. L’ho abbandonata solo per il discorso proteico

    No votes yet.
    Please wait...

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*